Benefici e preparazione dell’estratto di foglie di olivo


Abbiamo sempre saputo delle meravigliose proprietà dell’olio d’oliva. Ovviamente dell’olio d’oliva buono, non quello contraffatto.

Esiste però un altro componente di questo magnifico albero che può essere utilizzato a nostro beneficio: le sue foglie.

                                                                           fgli

Una serie di studi ha rivelato ciò che era già chiaro nelle antiche culture: gli  infusi di foglie di olivo possono avere proprietà salutari straordinarie, aiutandoci a combattere una vasta gamma di problemi.

Il potere delle foglie nasce dalle proprietà fitochimiche possedute dalla pianta, utili a proteggerla dalle malattie e dai parassiti.

Uno di questi importanti fitochimici presenti nelle foglie di olivo si chiama oleuropeina ed è il principio attivo che genera gli effetti benefici sulla salute dell’uomo.

Vediamo in cosa può esserci  di aiuto l'estratto di foglie  di olivo:

Anticancro
Alcuni studi, effettuati tra il 2010 e il 2011, hanno evidenziato che i principi attivi presenti nelle foglie di olivo possono inibire la proliferazione delle cellule tumorali, nei casi di cancro al seno in pazienti di sesso femminile, e delle cellule di melanoma in esperimenti effettuati sui topi. 

In entrambe le situazioni, il fitochimico presente ha inibito lo sviluppo delle cellule tumorali e, in alcuni casi, le ha addirittura distrutte.

Contro l’osteoporosi

Durante uno studio spagnolo effettuato nel 2011 si è scoperto che l’oleuropeina ha la capacità di stimolare la produzione delle cellule ossee (osteoblasti), impedendo così la perdita di densità ossea e aiutando a combattere l’osteoporosi.
 

Anti-virale e anti-batterico

L’oleuropeina e altri composti trovati nelle foglie di olivo hanno una caratteristica unica che rende queste parti della pianta particolarmente efficaci nella lotta contro vari microrganismi, come batteri e virus.

Queste sostanze alterano la capacità dei virus di creare aminoacidi, impedendogli così di riprodursi e moltiplicarsi.

Agiscono  solo contro i microrganismi, proponendo una soluzione mirata al problema, senza effetti collaterali e senza attaccare altre componenti del nostro corpo.

Antiossidante

Le foglie di ulivo contengono anche molti fenoli, antiossidanti che neutralizzano l’azione dei radicali liberi.

I radicali liberi sono sostanze attive portano le nostre cellule a invecchiare più rapidamente.

Antinfiammatorio

Uno degli usi più comuni dell’estratto di foglie di olivo è il trattamento di varie infezioni del corpo. L’attività antimicrobica dell’oleuropeina, infatti, riduce l’infiammazione.

Contro l’ipertensione

Alcuni ricercatori hanno scoperto che l’oleuropeina è in grado di rilassare i vasi sanguigni, abbassare la pressione sanguigna e prevenire la formazione di coaguli di sangue. Inoltre, l’estratto di foglie di olivo contribuisce a migliorare il flusso di sangue nelle arterie e a controllare i livelli di zucchero nel sangue.

Rafforza il sistema immunitario

I fitochimici presenti nelle foglie d’olivo interagiscono per accelerare l’attività della vitamina C.

Questa accelerazione aiuta la vitamina a svolgere meglio il suo compito e contribuisce a rafforzare la resistenza del nostro sistema immunitario.

Sembra, inoltre, che l’estratto di foglie d’olivo sia utile a prevenire e combattere diverse malattie come raffreddori, influenza e anche herpes.
 

Come preparare l'estratto di foglie di olivo

Visti i benefici dell’estratto di foglie di olivo, vediamo come prepararlo invece in casa. È possibile utilizzare foglie fresche o foglie secche.

Utilizzate una grande quantità di foglie di ulivo (100 – 150 foglie fresche) per ogni litro di acqua. Se si utilizzano le foglie secche, riducete la quantità un terzo. 

Pulite le foglie accuratamente lasciandole in acqua e bicarbonato per alcuni minuti, poi lavatele abbondantemente.

Mettete le foglie in acqua e portare ad ebollizione. Dopo l’ebollizione, abbassate la fiamma e fate sobbollire per 15 minuti.

Dopo la cottura, trasferire l’estratto (solo l’acqua, senza le foglie) in bottiglie di vetro e conservate in frigorifero.

Come usarlo

La dose è  un cucchiaino tre volte al giorno, durante i pasti. Se trovate che il sapore dell’ estratto sia troppo forte, diluite con un po’ di acqua.

In genere l’utilizzo di questo rimedio non comporta grandi controindicazioni.

Potrebbe, però, interferire con alcuni farmaci e abbassare la pressione. Da prestare attenzione se si soffre di pressione bassa.

In questi casi, come regola generale, è sempre meglio consultare il medico prima di farne uso.

Fonte Internet

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *