Pasta e ceci, alla romana


Con l’approssimarsi dell’inverno tornano prepotentemente alla ribalta, in cucina, le minestre e l’utilizzo dei legumi.

Oggi parliamo di ceci, un legume, il terzo per produzione mondiale dopo soia e fagioli, saporito, sano e salutare.

ceci

Tra tutte le ricette con i ceci, pasta e ceci alla romana è uno dei più conosciuti e diffusi.

Un primo piatto ricco, tanto da poter essere considerato un piatto unico, di sostanze nutritive, carboidrati nella pasta e proteine nei ceci, gustoso e saziante.

Se si ha tempo, e voglia, consiglio di cucinare i ceci in casa, lasciandoli a bagno per una notte e cuocendoli a fuoco lento.

Per  la ricetta di oggi vanno bene anche i ceci in scatola, se possibile di buona  qualità e cotti preferibilmente al vapore, sciacquati e privati del liquido di cottura.


Ingredienti; Pasta (ditali o canneroni), ceci, acciughe sotto sale, aglio, rosmarino, olio extra vergine di oliva, peperoncino o pepe nero, sale, brodo vegetale (se usate ceci precotti).

 

Fate scaldare l'olio con l'aglio in camicia, aggiungete le acciughe dissalate e un rametto di rosmarino e peperoncino (se piace).

Lasciate sul fuoco fino a che le acciughe non si siano sciolte nell'olio, togliete l’aglio.

Prendete una parte dei ceci cotti e passateli nel passaverdure o nel mixer.

Aggiungete sia la passata ottenuta sia  i ceci già cotti, insieme al loro liquido di cottura, o con del brodo vegetale, qualora si tratti di ceci in scatola, coprite e portate a bollore.

Quando bolle aggiungete la pasta, regolate di sale e lasciate cuocere fino a 2 minuti dal termine di cottura indicato sulla  pasta.

Spegnete il fuoco e lasciate riposare la minestra fino a che la pasta non abbia raggiunto la giusta consistenza, ovvero per circa 3- 4 minuti.

Servite la pasta e ceci alla romana ultimando ciascun piatto con un filo d'olio a crudo e un rametto di rosmarino, peperoncino o pepe, secondo i gusti.

Abbinare con un rosso di medio corpo, ad esempio un Montepulciano d'Abruzzo.

Buon appetito,

Rossana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *