Conosciamo meglio la Rucola


Aromatica e pungente, la rucola ha un gusto decisamente unico.

Può essere usata come insalata, o come ingrediente per pesto e sughi, ma anche come tisana. 

La rucola,  che fa parte della famiglia delle Crucifere, viene chiamata anche rughetta e può nascere spontaneamente oppure essere coltivata.

La coltivazione della rucola è molto rapida: in soli 40 giorni è possibile cogliere le foglie per preparare gustose insalate.
La rucola è ricca di vitamine, minerali e acqua.

Pensate che è composta per il 90% da acqua. Povera di calorie, 25 ogni 100 grammi, è fonte di vitamina C.

È ricca anche di acido folico e quindi indicata per le donne in gravidanza. 

La rucola è indicata per chi soffre di inappetenza perché contiene sostanze capaci di stimolare l’appetito, ma anche la digestione, per merito delle proprietà stimolatrici dei  succhi gastrici.

Offre aiuto a chi è influenzato grazie al suo apporto di minerali e vitamina C, aiutando il sistema immunitario e rafforzandolo, è diuretica, quindi purificante ed è ideale per disintossicare il fegato. 

Contiene la vitamina K, A, e del gruppo B, che, insieme al calcio e al magnesio, aiutano contribuiscono a rendere le ossa sane e forti. 

Usata come tisana o infuso la rucola ha proprietà rilassanti ed è consigliata per favorire il buon riposo notturno. 

L’infuso di rucola è utile per guarire da raucedine e laringite, ma si consiglia di mescolare rucola a melissa o menta per rendere il gusto un po’ più piacevole.

Grazie alle alte dosi di vitamina A la rucola è protettiva per la pelle e per lo stomaco.

Studi dimostrano che favorisce la guarigione dell’ulcera. 

Consumare e acquistare rucola con foglie dal colore vivo e con bordi ben delineati, evitando le foglie ingiallite che risultano troppo dure e perdono  alcune delle caratteristiche benefiche.

Va lavata bene perché a stretto contatto alla terra, va consumata fresca, ma nel caso si volesse conservarla si può farlo in frigo ed è necessario lavarla e tenerla in un sacchetto di carta dopo averla ben asciugata.

Una ricetta per un primo sfizioso a base di rucola: tritare le mandorle, noci e pinoli, aggiungere aglio e rucola ben lavata. 

Pestare fino a che non si raggiunge una crema, aggiungendo olio extra vergine di oliva. 
A questo punto basta lessare gli spaghetti e condirli con questo originale pesto alla rucola.

Un’altra ricetta molto gustosa da provare con la rucola è il…Rucolino: pasta al pesto di rucola e semi di lino 
La rucola come tutti gli elementi naturali, non ha importanti controindicazioni, se non nei soggetti allergici.

A causa del  suo contenuto di vitamina K, se si assumono farmaci anticoagulanti, consultare il medico.

Fancesco Basco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *