Beviamoci una birra, è buona e fa bene


La birra è una delle bevande più antiche prodotte dall'uomo, probabilmente databile al settimo millennio a.C., registrata nella storia scritta dell'antico Egitto e della Mesopotamia

Viene prodotta attraverso la fermentazione alcolica  di  zuccheri derivanti da fonti amidacee, la più usata delle quali è il malto d'orzo, ovvero l'orzo germinato ed essiccato, chiamato spesso semplicemente malto.

Vengono poi usati frumento, il mais, il riso, questi ultimi due specialmente come aggiunte in birre di produzione industriali, e, in misura minore, l'avena, il farro, la segale.

Altre piante, meno utilizzate, sono la radice di manioca, il miglio e il sorgo in Africa, la patata in Brasile e l'agave in Messico.

Per produrre la birra il malto viene immerso in acqua calda dove, grazie all'azione di alcuni enzimi presenti nella radichetta che si forma durante la germinazione, gli amidi presenti vengono convertiti in zuccheri fermentescibili.

Successivamente viene impiegato un lievito che dà inizio alla fermentazione e porta alla formazione di alcool, unitamente ad anidride carbonica, che viene per la maggior parte espulsa, ed altri prodotti di scarto derivanti dalla respirazione anaerobica dei lieviti.

In estate, la birra bella fresca piace moltissimo! A volte però ci pensiamo un attimo prima di berla: farà ingrassare un boccale di birra? Va bene o no per la dieta? Queste sono alcune delle domande più comuni che ci poniamo quando riflettiamo sull’accompagnare i pasti con una birra oppure no.

Iniziamo  dicendo che la birra non fa ingrassare, se  si consuma con moderazione.

In generale, la birra contiene poche calorie e grassi saturi. Per essere precisi, 100 ml di birra contengono 43 calorie; quindi, un bicchiere da 250 ml contiene circa 90 calorie.
Che cosa significa questo? Che possiamo farne un uso moderato. Pensate che spesso beviamo molte più bibite gassate come la Coca-Cola, che hanno un contenuto calorico ben più elevato.

Secondo i nutrizionisti, il consiglio migliore è bere birra in maniera controllata. Se siete tra coloro che hanno una vera e propria passione per questa bevanda e vi piace berla tutti i giorni, cercate di diminuire le quantità e di berne poco meno di un bicchiere, circa 200 ml.

Ora sapete che ogni bicchiere contiene 90 calorie ed è possibile bruciarle facendo un po’ di esercizio fisico o una passeggiata. Tuttavia, in seguito al tasso alcolico e alle calorie che contiene, è meglio non esagerare e cercare di limitare il consumo di birra.

Le birre più salutari sono quelle prodotte in modo naturale e tradizionale,. La birra migliore per la nostra salute è la birra nera, a base di malto e luppolo e ricca di ferro.

Uno dei grandi benefici della birra: è molto diuretica! Un consumo moderato di birra può ridurre fino al 40% il rischio di soffrire di problemi ai reni e calcoli renali.

La birra nera è la migliore per facilitare la digestione poichè contiene una quantità maggiore di fibre rispetto alle altre birre, il che aiuta a facilitare il transito intestinale e a evitare problemi gastrointestinali. 

La ricchezza di fibra aiuta  aiuta a ridurre i livelli di LDL, comunemente conosciute come colesterolo “cattivo”.

Coloro che bevono birra in modo regolare ed equilibrato ottengono quasi un 30% in più di vitamine del gruppo B rispetto a chi non la beve. Queste vitamine sono un’importante fonte di energia, rafforzano le ossa e i muscoli e aiutano a metabolizzare meglio i globuli rossi.

È tutto vero, bere birra ci aiuta a mantenere dei buoni livelli di silicio, il che favorisce la salute e la densità minerale delle ossa, ha i giusti livelli di acido nicotinico e di riboflavina, ottimi per favorire il sonno.

La birra migliora la circolazione sanguigna, prevenendo così la formazione di coaguli.

Questa bevanda è ricca di vitamine e antiossidanti, perfetti per migliorare le nostre difese. Consumarla in quantità moderate, per esempio uno o due bicchieri ogni settimana, previene molti raffreddori e dolori muscolari o articolari, oltre a migliorare la nostra salute cardiaca. Magnifico!

Meglio il vino o la birra?

Ecco quali sono le differenze tra la birra e il vino rosso, così che possiate scegliere voi stessi per quale optare:

Bere un bicchiere di vino rosso al giorno migliora la nostra salute cardiovascolare più di quanto non faccia la birra. Inoltre, è più ricco di antiossidanti come i polifenoli e contiene quantità maggiori di potassio e magnesio.

La birra è ricca di vitamine B, nutrienti e fibre rispetto al vino, inoltre bisogna  ricordare che ha un tasso alcolico inferiore.

La scelta dipende quindi dai vostri gusti. Durante la settimana, potete sempre scambiarli, a seconda dei piatti e delle vostre preferenze personali.

Tuttavia, ricordate di bere sempre con moderazione.

Fonte internet