La terra nelle nostre mani


Progetto “La Terra nelle nostre mani”

Coltivare l’orto è una metodologia di lavoro adatta a tutte le età e a tuttle le fascie di apprendimento infantili, dentro e fuori dalla scuola.

Per i bambini in età da nido l’orto consente  di familiarizzare con gli ortaggi, implementare la propria manualità, anche attraverso l’utilizzo di alcuni semplici attrezzi e di prendere confidenza con l’ambiente aperto e naturale.

I bambini in età della scuola dell’infanzia  hanno maggiori abilità e pertanto il gesto di coltivare e sviluppare un orto diventa un vero e proprio laboratorio all’aria aperta dove sperimentare il trascorrere delle stagioni attraverso i loro colori e profumi, portando nuove esperienze da integrare nella  consueta didattica.

La scuola primaria fornisce ai bambini i contenuti  nozionistici e fornisce loro strumenti che rendono l’orto un luogo fertile per l’apprendimento. Dalle scienze alle lingue, dall’educazione all’immagine a quella motoria, l’orto è uno spazio in cui imparare  in un ambiente meno formale e più divertente.

                                                      

La scuola secondaria richiede uno sforzo in più: se ben pensato insieme alle istituzioni, l’orto può diventare uno strumento per identificare attivamente i problemi legati all’ambiente,  volto ad una ricerca attiva di soluzioni e sperimentazioni ecologiche per affrontare con facilià una delle sfide più dure che attende l’umanità nel futuro, ovvero la sostenibilità dell’umanità stessa. In questa ottica le soluzioni saranno a portata di mano.

L’orto didattico offre pertanto alle scuole possibilità di effettuare approfondimenti, guidati o meno, anche in quei momenti in cui non si coltiva.

L’orto è  uno spazio di osservazione, sperimentazione e ispirazione, un luogo capace di offrire spunti per ricerche negli ambiti più disparati, amplificando il valore educativo degli spazi esterni e sostenendo l’apprendimento in ogni fase e momento.

                                                           “C’è un libro sempre aperto per tutti gli occhi: la natura.”-

                                                                                                                 (Jean-Jacques Rousseau)

 

 

L’Associazione, adeguandosi alle varie necessità, tempistiche e logistiche, dettate dalle precedenti esperienze, ha individuato, in collaborazione e cooperazione con le Scuole, due modalità che risulatano essere profique per la realizzazione degli orti didattici :

                                                         

Programma Orto didattico STANDARD basato su un lay out formativo di di 5 visite 

Il programma permette di apprezzare l’ambiente naturalistico attraverso l’offerta sia di un orto autunnale che primaverile, e prevede 5 visite presso l’Associazione con orari che vanno dalle ore 9.30 alle ore 11.30 con calendario uscite da concordare con la controparte. Le prime due uscite sono da considerarsi indicativamente ricadenti nel mese di ottobre e prima decade di novembre, mentre le 3 successive nel periodo primaverile aprile-giugno.

Prima visita (ottobre):

  • Intrattenimento in gazebo: riflessioni sul “Seme della vita”, sulla “ricchezza” del terreno e sul ciclo di vita delle piante.
  • Pausa merenda (a cura della scuola).
  • Passeggiata all’interno di un percorso nei 65 orti del Piccolo Mondo Antico, durante la quale si insegnerà a riconoscere i vari ortaggi stagionali ed alberi da frutto ivi presenti.
  • Preparazione del substrato terroso e semina di alcuni ortaggi invernali che saranno raccolti poi dai frequentatori nella successiva primavera.
  •  
  •        

Seconda visita (novembre):

  • Intrattenimento in gazebo: riflessioni sull’uomo primitivo, su come sia nata l’agricoltura e come potersi orientare nella natura.
  • Pausa merenda (a cura della scuola).
  • Passeggiata e ricerca dei cambiamenti che sono avvenuti nell’arco del mese all’interno dell’orto, cura delle piantine nate dalla precedente semina, pulizia dalle erbe infestanti e visita all’allevamento amatoriale delle galline con conseguenti approfondimenti in materia.
  • Raccolta delle foglie d’autunno da portare poi in classe e con le quali fare eventuali lavoretti stagionali.

Terza visita (seconda decade di marzo/inizio aprile)

  • Intrattenimento in gazebo: preparazione dei cartelli con i nomi dei bambini da appendere nell’orto.
  • Pausa merenda (a cura della scuola).
  • Passeggiata guidata nell’osservazione dei segni dettati dall’arrivo della primavera con presentazione delle varie metodologie di coltura già avviate dagli ortolani del Piccolo Mondo Antico.
  • Semina e messa a dimora delle prime piantine dell’orto primaverile, pulizia e cura di quelli prossimi al raccolto, piantati nel precedente autunno.

Quarta visita (seconda decade di aprile/prima decade di maggio)

  • Intrattenimento in gazebo: Importanza dell’acqua nella vita, come si nutrono le piante e relativi metodi d’irrigazioni. Riflessioni su come possiamo gestire questa preziosa risorsa al meglio.
  • Pausa merenda (a cura della scuola).
  • Passeggiata e ricerca dei cambiamenti che sono avvenuti in un mese nell’orto.
  • Cura delle piantine nate dalla semina precedente, pulizia, raccolta dei ortaggi autunnali e visita all’allevamento amatoriale delle galline con conseguenti approfondimenti in materia.

Quinta visita (fine maggio/inizio giugno)

  • Intrattenimento in gazebo: giochi di gruppo nella natura.
  • Pausa merenda offerta dall’Associazione di pane bruschetta con olio extravergine di oliva e sale.
  • Raccolta dei ortaggi e attività creative con la natura.

Costo: 20 Euro/bambino

Consigliamo abbigliamento comodo e adeguato (stivali, pantaloni, eventuali giacche in caso di giornate uggiose).

 

                                                                                                     

 

Programma Orto didattico basato su un lay out formativo di 3 visite 

Il programma permette di apprezzare l’ambiente naturalistico attraverso l’offerta di un orto primaverile che prevede 3 visite presso l’Associazione con orari che vanno dalle ore 9.30 alle ore 11.30 con  calendario uscite da concordare con la controparte.

Prima visita (ottobre):

  • Intrattenimento in gazebo: riflessioni sul “Seme della vita”, sulla “ricchezza” del terreno e sul ciclo di vita delle piante.
  • Pausa merenda (a cura della scuola)
  • Passeggiata all’interno di un percorso nei 65 orti del Piccolo Mondo Antico, durante la quale si insegnerà a riconoscere i vari ortaggi stagionali ed alberi da frutto.
  • Raccolta delle foglie d’autunno da portare poi in classe e con le quali fare eventuali lavoretti stagionali.

Seconda visita (aprile)

  • Intrattenimento in gazebo: preparazione dei cartelli con i nomi dei bambini da appendere nell’orto, riflessioni sul significato dell’acqua nella vita, e come si nutrono le piante.
  • Pausa merenda (a cura della scuola)
  • Passeggiata guidata nell’osservazione dei segni dettati dall’arrivo della primavera con presentazione delle varie metodologie di coltura già avviate dagli ortolani del Piccolo Mondo Antico.
  • Preparazione del substrato terroso e semina di alcuni ortaggi primaverili che saranno raccolti poi dai frequentatori nella successiva primavera.

Terza visita (maggio/ giugno)

  • Intrattenimento in gazebo: giochi di gruppo nella natura
  • Pausa merenda offerta dall’Associazione di pane bruschetta con olio extravergine di oliva e sale.
  • Raccolta dei ortaggi e attività creative con la natura.

Costo: 15 Euro/bambino

Consigliamo abbigliamento comodo e adeguato (stivali, pantaloni, eventuali giacche in caso di giornate uggiose).

Contatti:

Tel: 347 845 3075

Mail: info@ortipiccolomondoantico.it